La tenacia…premia con l’amore

Quando l’amore per un figlio non si trasmette con il dna…la storia di Marina lo dimostra. Leggere parole di riconoscimento nei nostri confronti, non può che riempirci di gioia. Ogni giorno, mi rendo conto di come sia fondamentale trasmettere la speranza, poichè nonostante i momenti di sconforto, ridona la forza in più per andare oltre quel buio inevitabile post fallimenti e che fa precipitare nell’abisso della solitudine e del dolore. Una speranza fondata dalla presenza concreta di nascite, sguardi e abbracci dei bambini nati grazie al nostro intervento.

Mi chiamo Marina e sono emozionata nel pensare di aggiungere questa mia lettera di gioia alle tante che sono riuscite a vincere contro il brutto mostro dell’infertilità.
Dopo 2 anni senza concepire e 3 anni nel ricercare una gravidanza girando vari centri soprattutto all’estero, perché il mio caso è un “caso disperato” così era stato descritto nel primo centro a cui c’eravamo rivolti a Torino. Fortunatamente dopo l’abolizione del divieto per l’eterologa in Italia, mi sono rivolta al centro Gatjc, nonostante l’incredulità da parte di mio marito e dei miei familiari, che potesse esserci un centro d’eccellenza nazionale e soprattutto autorizzato dal centro nazionale trapianti per fare l’eterologa proprio a Gioia Tauro . Ma ho insistito come non mai con mio marito sentivo di doverlo fare!!! Ad oggi mio marito ringrazia la mia testardaggine!!! Già dalla prima consulenza avevamo capito che era il posto giusto e di come avevamo perso tanto tempo nel girare sia in Italia che all’estero. Una consulenza dedicata totalmente a noi senza fretta, senza freddezza ma con l’unico obiettivo di farci sentire accolti e compresi così da poter capire bene la situazione e trovare il modo migliore per poter raggiungere il nostro obiettivo.
Iniziamo li il nostro percorso di fecondazione eterologa, attraversando momenti di alti e bassi, soprattutto sotto l’aspetto psicologico, ci siamo sentiti presi in considerazione da tutti i punti di vista un attenzione globale che ha reso il percorso più semplice e carico di voglia di non smettere di lottare. Dopo il primo transfer andato male, arriva il momento dell’incontro eterno con l’amore della mia vita. Nonostante i primi mesi passati a letto, in quanto è stata una gravidanza un po’ a rischio, oggi sono la donna più felice del mondo. Abbiamo la nostra principessa accanto e questo è un miracolo che è avvenuto grazie al centro Gatjc, che nonostante mi ripetano sempre che loro hanno solo aiutato la natura, per me sono coloro che grazie all’amore che mettono ogni giorno nel fare il loro lavoro danno la possibilità di ritornare a vivere, perché solo chi vive quello che si prova nel non riuscire ogni mese con l’arrivo del ciclo, ad ottenere una gravidanza, può capire la disperazione e il dolore che si prova. Grazie Gatjc, grazie di avermi ridonato la vita.