Hatching Assistito

Durante le prime fasi di sviluppo l’embrione è protetto da uno strato esterno definito “zona pellucida”, dal quale si libera affinché stabilisca un contatto con le cellule dell’utero ed impiantarsi. Questo processo di schiusa è denominato, in inglese, “Hatching”. La mancata fuoriuscita di un embrione dalla membrana è uno dei motivi del mancato esito di una gravidanza. L’Hatching assistito è un procedimento che prevede di praticare un foro nella zona pellucida dell’embrione in sviluppo per aiutarlo nel naturale processo di schiusa. Questo procedimento viene eseguito sull’embrione al terzo giorno di sviluppo. Questa tecnica può migliorare il successo di un ciclo di FIVET o di un trattamento ICSI aiutando l’impianto dell’embrione nella parete uterina.

 

UA-41250064-1