Chiama al Numero Verde 800 033 722

PICSI

La tecnica PICSI migliora i tassi di gravidanza e riduce il rischio di aborti. Il vantaggio di questo metodo è legato alla selezione oggettiva di spermatozoi in base alla loro qualità funzionale.

 PICSI (Physiological Intracytoplasmic Sperm Injection)

La PICSI è una tecnica di micromanipolazione dei gameti.
Permette di selezionare gli spermatozoi, da utilizzare per l’inseminazione degli ovociti nella ICSI,  in base alla loro qualità funzionale.

Il  principio di questa tecnica è basato sull’interazione tra spermatozoi ed acido ialuronico. Il liquido seminale viene posto in una Piastra Petri il cui fondo è ricoperto di acido ialuronico. Per la ICSI l’embriologo seleziona ed utilizza solo gli spermatozoi che, per le loro caratteristiche funzionali, risultano legati a tale acido. Quest’ultimo è naturalmente presente nella matrice extracellulare che circonda il cumulo degli ovociti. Gli spermatozoi capaci di legarsi all’acido ialuronico sono idonei per la fecondazione degli ovociti.
Di tale interazione è capace solo uno spermatozoo maturo, che è biochimicamente competente al legame con l’acido ialuronico.
Studi scientifici hanno confermato che gli spermatozoi in grado di legarsi all’acido ialuronico presentano una migliore morfologia, una percentuale inferiore di anomalie cromosomiche ed un’integrità migliore del DNA.

Quando viene consigliata  la PICSI?

La PICSI viene consigliata  nei casi in cui si riscontra:

  • un’ elevata percentuale di spermatozoi con DNA frammentato,
  • età della donna superiore ai 38 anni,
  • in precedenti cicli di fecondazione falliti mediante ICSI,
  • sviluppo di embrioni di bassa qualità,
  • e nei casi di poliabortività.

È importante tenere presente che la selezione mediante il metodo PICSI avviene con lo steso principio del naturale processo di selezione dello spermatozoo e di fecondazione nel corpo della donna.

I difetti interni come l’immaturità dello spermatozoo, anomalie cromosomiche o l’integrità danneggiata del DNA spesso non sono visibili sotto il microscopio e quindi non possono essere eliminati dall’embriologo. Se si suppone che nel liquido seminale si possano trovare difetti sopraccitati, il medico consiglia di fecondare gli ovociti con il metodo PICSI.

Come si esegue la PICSI?

Gli spermatozoi sono posizionati sull’apposita piastra PICSI contenente campioni di idrogel ialuronico. L’acido ialuronico è un biopolimero naturalmente presente in tutte le cellule umane, incluso lo strato di gel che ricopre l’ovocita.

Gli spermatozoi maturi, e biochimicamente competenti, si legano con l’acido ialuronico in modo da poter essere isolati dall’embriologo e utilizzati per la ICSI. Questo legame, spermatozoo-acido ialuronico, si verifica nel processo naturale di fecondazione tra spermatozoo e ovocita.  Ne risulta così che lo spermatozoo selezionato è essenzialmente lo stesso di quello che riuscirebbe nella fecondazione nel naturale processo riproduttivo.

La ricerca ha provato che gli spermatozoi legati con l’acido ialuronico nella PICSI e selezionati, nella maggior parte dei casi, sono:

  • più maturi,
  • con meno danni a livello di DNA
  • e con meno aneuploidie cromosomiche.